Duplicazione chiavi e vendita casseforti dal 1954

Blog

Radiocomandi per cancelli: frequenza e guida utile

Pubblicata il 17-07-2019

Radiocomandi per cancelli: frequenza e guida utile

Radiocomandi per cancelli: frequenza e guida utile

Radiocomando per cancelli: è sicuro?

I radiocomandi sono dispositivi che consentono l’attivazione a distanza tramite l’utilizzo di onde elettromagnetiche.

 

Questi dispositivi sono composti da due unità:

- Un trasmettitore (il dispositivo tascabile a disposizione dell’utente)

- Un ricevitore (il dispositivo fisso e cablato all’apparato da comandare)

 

Al giorno d’oggi questa tecnologia vede un larghissimo impiego, esistono infatti radiocomando per cancelli, per auto, per macchine operatrici, ecc. Il suo funzionamento avviene grazie alla trasmissione di onde radio in range di frequenza ben definiti. Il trasmettitore e il ricevitore operano su una frequenza prestabilita che, come vedremo, può cambiare.

Il principale rischio dei radiocomandi per cancelli è la clonazione (e quindi il furto) della frequenza con la quale comunicano trasmettitore e ricevitore.

Questo accade quando un malintenzionato utilizza un congegno elettronico per intercettare e captare la frequenza del radiocomando quando questo viene utilizzato per aprire il cancello o per azionare la chiusura centralizzata dell’auto. Una volta che il malcapitato si sarà allontanato il malintenzionato utilizzerà lo stesso dispositivo per riprodurre la frequenza emessa dal radiocomando, avendo così accesso all’abitazione o all’auto del malcapitato.

 

 

E allora, come proteggersi dalla clonazione di frequenza?

La tecnologia viene nuovamente in nostro soccorso: un piccolo escamotage elettronico che impedisce ai ladri di rubare la frequenza del nostro cancello o della nostra auto. Esistono principalmente due tipi di radiocomandi per cancelli:

  • A codice fisso, in cui il codice trasmesso dal trasmettitore è sempre lo stesso e potrebbe quindi essere rilevato e riprodotto
  • A codice dinamico (chiamati Rolling Code), in cui codice generato dal trasmettitore è sempre diverso ad ogni attivazione secondo un algoritmo determinato dal fabbricante.

 

Il ricevitore, grazie ad un sistema interno, riesce ad essere sempre sincronizzato con il relativo trasmettitore.

I sistemi a codice dinamico non sono quindi clonabili e rappresentano il grado massimo di sicurezza, anche in virtù del pressoché infinito numero di combinazioni di frequenza possibili. I radiocomandi per cancelli di questo tipo sono pertanto consigliati in tutte le situazioni in cui è necessaria la massima sicurezza (controllo di accessi privati, entrata del garage, apertura aree recintate).

La scelta di radiocomandi o telecomandi cancello può fare la differenza. Se vuoi saperne di più vieni a trovarci o contattaci.


Torna indietro